Prima delle feste è importante fare qualche settimana di dieta, in modo da arrivare a Natale in forma e potersi concedere qualche sgarro a cuor leggero.

Non tagliare mai troppo le calorie
Le diete dell'ultimo minuto non dovrebbero mai puntare a perdere molto peso ma, piuttosto, a sgonfiarsi, purificarsi e perdere qualche chilo di massa grassa, dando una sferzata al metabolismo. A questo proposito, è importante sapere che una dieta non dovrebbe mai fornire meno di 1100-1200 calorie al giorno. Infatti, se si abbassa troppo la quota calorica, si rischia di bloccare il metabolismo, col risultato che, alla prima fetta di panettone, si riacquisterà tutto il peso perso, con gli interessi. 

Tante proteine e pochi carboidrati, ma buoni
Per perdere qualche chilo velocemente, in modo salutare, e riattivare e velocizzare il metabolismo, si può puntare su qualche giorno di dieta principalmente proteica. Non vuol dire eliminare del tutto i carboidrati, scelta che risulterebbe poco salutare, ma ridurli e scegliere accuratamente le fonti dalle quali attingerli. I carboidrati potrebbero essere consumati a colazione, preferendo quelli grezzi ed integrali, che aiutano anche l'intestino a lavorare in modo efficente.

Una colazione energetica e sana
La colazione è un pasto che non si deve mai saltare. Per una dieta pre-natalizia, la colazione ideale potrebbe essere composta da: caffè senza zucchero, yoghurt e cereali integrali. Ad esempio: crusca, qualche biscotto integrale o fetta biscottata, gallette di riso o di mais. Il tutto guarnito con frutta secca, fonte importante di grassi buoni. Per dolcificare si possono utilizzare i dolcificanti ipocalorici, il fruttosio o il miele, a seconda dei propri gusti.

Un pranzo leggero e proteico
Per pranzo, durante una dieta pre-natalizia, si può scegliere un piatto proteico abbondante, che nutra e che aiuti a supportare la vivacità metabolica. Digerire le proteine, infatti, costringe l'organismo a bruciare molte più calorie rispetto alla digestione dei carboidrati e questo si traduce in un metabolismo più attivo, anche a riposo. Per pranzo, quindi, è un'ottima idea concedersi un secondo abbondante, a base di pesce, carne bianca o uova con un contorno a volontà di verdure cotte o crude, condite con un filo d'olio extravergine.

A cena tante vitamine
Per la cena si può scegliere un piatto caldo, ipocalorico e ricco di vitamine, a base di verdura. Ad esempio un minestrone, una zuppa o una vellutata, il tutto condito con poco olio extravergine e parmigiano. Il consiglio è quello di preparare zuppe e minestre in casa, scegliendo verdura fresca e di stagione, in grado di apportare tutte le vitamine e i sali minerali di cui si ha bisogno.

Gli spuntini
Durante la giornata, soprattutto se si è a dieta, è necessario fare almeno due spuntini, uno al mattino e uno al pomeriggio. La scelta migliore per gli spezzafame ricade sulla frutta, meglio se di stagione e ricca di vitamine, come un'arancia, qualche mandarino o mandarancio. In alternativa si può scegliere qualcosa di nutriente e proteico, che attenui anche il senso di fame: una galletta di riso con qualche fetta di affettato di tacchino o petto di pollo, un quadratino di Parmigiano Reggiano, un frullato preparato con frutta e latte.