Taurina: cos'è e quali sono le sue proprietà

Quando si parla di taurina spesso si associa questo ingrediente alle bibite energetiche o agli integratori. Tuttavia, spesso non si sa cosa sia o non se ne conoscono nel dettaglio le proprietà. Essa è comunemente assunta dall'organismo tramite alimenti quali carne, latte, pesce e uova ma anche attraverso alcuni alimenti vegetali. Inoltre, nei casi in cui ve ne fosse la necessità può essere assunta mediante integratori  alimentari. Viene infatti comunemente detto taurina un amminoacido particolarmente utilizzato nelle bibite energizzanti e nei prodotti adatti agli sportivi.
Questo elemento si differenzia dagli altri amminoacidi per la presenza al suo interno di acido solfurico.
Il suo ruolo fondamentale è quello della sintetizzazione degli acidi biliari prodotti dal fegato. Per questa ragione esso è conosciuto anche per le sue proprietà antiossidanti, per la sua funzione disintossicante, per la sua capacità di contrastare l'azione dei radicali liberi e per la capacità di proteggere gli acidi grassi dall'ossidazione.

Taurina nelle bibite energetiche.

Negli ultimi anni si sono diffuse con sempre maggior successo, sopratutto tra gli sportivi, le bevande cosiddette energizzanti. Tra gli ingredienti di spicco di questi prodotti vi è senza dubbio la taurina. Infatti, secondo diversi studi scientifici, pare che questo amminoacido migliori decisamente le prestazioni fisiche durante la pratica sportiva. 

Non solo, la particolare combinazione della taurina con un altro elemento energizzante come la caffeina sembra svolgere un'azione particolarmente positiva sulle prestazioni mentali. Infatti, è stato dimostrato che la taurina contrasti efficacemente il processo di invecchiamento cellulare e che inoltre svolga una potente azione contro i radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento cellulare. Infine, la taurina contribuisce all'eliminazione dell'acido lattico nei muscoli e risulta essere un potente un vasodilatatore. Per questa ragione, se assunta prima di un allenamento essa può garantire prestazioni elevate.

Taurina e bodybuilding? Come funziona e quali sono le proprietà di questo amminoacido.

Come accennato, la taurina è spesso impiegata dagli sportivi per ottenere prestazioni fisiche migliori. In particolare, per gli sportivi professionisti che si occupano di bodybuilding, la taurina è un elemento piuttosto importante. Infatti, tra i benefici che questo elemento conferisce al corpo è possibile annoverare:
• possibilità di bruciare più grassi conservando i carboidrati. Questo permette al muscolo, qualora si svolgesse un allenamento aerobico intenso, di svilupparsi e definirsi meglio;
alleviare e ritardare la fatica percepita a livello muscolare a seguito di un allenamento intenso. Questo accade poiché essa è in grado di stimolare la contrattilità muscolare e dunque permette al muscolo di lavorare meglio e conseguentemente allo sportivo di ottenere risultati migliori;
• ridurre la possibilità che insorgano danni  post  allenamento a livello muscolare;
• facilitare il recupero post-allenamento riducendo la possibilità che insorga il cosiddetto stress ossidativo che causa un danno nel muscolo. Questo perché, la taurina, è un potente antiossidante e svolge un efficace azione contro i radicali liberi, principale causa dell'invecchiamento cellulare e muscolare;
• migliorare le prestazioni cardiache permettendo una migliore ossigenazione dei muscoli durante l'allenamento;
disintossicare l'organismo tramite la sintesi dei prodotti biliari;
• stabilizzare le membrane cellulari per mezzo delle attività cito-strutturali;
inibire l'accumulo di acido lattico a seguito di un allenamento muscolare intenso. 

Come assumere la taurina

Secondo diversi studi medico-scientifici viene consigliato, specialmente a chi pratica sport come ai bodybuilder, di assumere un dosaggio variabile da 1 a 3 grammi al giorno a seguito dell'allenamento fisico o della pratica sportiva.

Effetti collaterali della taurina

Generalmente l'ingestione di taurina è considerata sicura se viene rispettato il limite di 3.000 milligrammi al giorno. Nonostante ciò non sono stati riscontrati effetti collaterali ad eccezioni di rari casi in cui l'eccessivo consumo ha determinato ipertensione e problemi gastrici come diarrea e ulcere. Per i soggetti con psoriasi, inoltre, un consumo eccessivo di taurina potrebbe aggravare la condizione.