Il Ribes Nigrum, conosciuto anche con i nomi di ribes nero o cassis (ma da non confondere con il riber rosso), appartiene alla famiglia delle Grossulariaceae.

Caratteristiche generali

La pianta proviene originariamente dall'Europa Centrale ed Orientale, ma si può trovare anche in alcune regioni asiatiche. Coltivato sin dal diciassettesimo secolo, questo cespuglio cresce raramente in maniera spontanea ed è prevalentemente coltivato per scopi alimentari.
Il Ribes Nigrum si presenta come un arbusto che può raggiungere i due metri di altezza, con foglie a tre o cinque lobi dai margini dentellati. Si tratta di una pianta caducifoglie che produce piccoli fiori biancastri e bacche nere dal diametro di circa un centimetro che appaiono a cavallo tra agosto e settembre.

Brevi cenni storici

Nel diciottesimo secolo, l'abate Mailly da Montaren, professore presso l'Università della Sorbona a Parigi, definiva il Ribes Nigrum come un "cespuglio dalle mille virtù". Tale reputazione era supportata, allora come oggi, anche dalla celebre Crème de cassis, un liquore ben conosciuto in Francia, utilizzato spesso per preparare il kir, un tipico aperitivo d'Oltralpe. Oltre all'uso alimentare, questa pianta è rinomata per i suoi effetti terapeutici.

Proprietà ed utilizzo terapeutico

Oltre all'uso alimentare (liquori, dolci) il Ribes Nigrum è noto per le sue proprietà terapeutiche e per l'utilizzo negli ambiti della gemmoterapia e fitoterapia.
I suoi benefici derivano dalle proprietà antiossidanti, in quanto agisce come protettore dall'azione dei radicali liberi.
La ricerca medica ha inoltre confermato il suo effetto antinfiammatorio. Risciacqui con decotti di foglie di Ribes Nigrum si rivelano efficaci per trattare infiammazioni alla bocca e alla gola, ma non è tutto: la pianta è nota anche per alleviare dolori alle articolazioni e per agire contro i reumatismi. Utile per lenire psioriasi ed eczemi, il Ribes Nigrum è un buon antidoto contro l'herpes e presenta proprietà antivirali. Nel corso della seconda guerra mondiale, si faceva spesso uso dello sciroppo prodotto dagli estratti di questa pianta, in virtù del suo alto contenuto di vitamina C, benefico soprattutto per compensare l'apporto vitaminico sui bambini in mancanza di frutta fresca.

Ulteriori effetti benefici

Oltre a quelli citati, l'utilizzo di questa pianta apporta benefici alla circolazione sanguigna e alla vista. Inoltre, uno specifico olio essenziale contenuto nelle sue foglie svolge un'azione efficace per stimolare la diuresi. Il suo uso terapeutico è raccomandato per recuperare energie in seguito ad una lunga degenza, per rinforzare il sistema immunitario e per combattere la fatica cronica. Infine, il Ribes Nigrum è consigliato per il trattamento di vene e capillari fragili, nonché per la comprovata azione antiallergica.