Avere un viso giovane e fresco è il sogno di molti. Il segreto per averlo? Quello di preservare la naturale bellezza della pelle, indizio di salute e benessere, utilizzando i trattamenti adeguati e attuando piccole precauzioni quotidiane. L'ultima tendenza in fatto di cura dell'epidermide, per esempio, sono i prodotti a base di collagene, da applicare con costanza sulle zone del viso più soggette allo scorrere del tempo. Questa proteina costituisce la componente principale della pelle, rappresentando circa il 70% del suo peso e garantendole sostegno ed elasticità. Il naturale invecchiamento, ma anche numerosi fattori esterni, possono rallentare la produzione di questa sostanza e causare alcuni effetti: mancanza di tono, epidermide priva di elasticità e il formarsi di rughe sono solo alcune delle conseguenze di una diminuzione del collagene. Proprio per questo, l'attenzione delle case cosmetiche si è concentrata nella produzione di trattamenti che includano questa fondamentale sostanza tra gli ingredienti.

Come si usa il collagene in campo cosmetico
L'applicazione di prodotti che contengano collagene tra i principi attivi può essere un'ottima abitudine, sia per la cura della pelle del viso che per quella del corpo. A tale proposito, però, occorre fare qualche precisazione. La molecola del collagene contenuta nelle creme e nelle lozioni a uso topico può avere differenti origini. La sensibilità dei consumatori, negli ultimi decenni, ha spinto le case cosmetiche ad evitare il collagene di origine animale per preferire quello - altrettanto efficace - di origine vegetale, ottenuto solitamente dalle alghe marine. Qualunque sia la sua provenienza, in ogni caso, il collagene utilizzato in campo cosmetico non può raggiungere gli strati più profondi del derma, non potendo così sostituire del tutto la funzione del collagene naturalmente prodotto dal nostro corpo. La sua applicazione topica rimane comunque utile per arricchire lo strato superficiale della pelle, l'epidermide, e impedirne la disidratazione. Creme a base di collagene, inoltre, potrebbero essere utili in caso di smagliature localizzate. Per agire direttamente sulla produzione del collagene, invece, potrebbe essere più efficace applicare composti che ne facilitino la sintesi: il retinolo, per esempio, potrebbe essere d'aiuto.

Il collagene contro l'invecchiamento
Che nesso esiste tra il collagene e i processi di invecchiamento cutaneo? La produzione di questa sostanza diminuisce con il passare del tempo a partire, all'incirca, dal venticinquesimo anno d'età. Alcuni fattori esterni, inoltre, esercitano una rilevante funzione in questo processo, accelerandolo. Smog, gravità, disidratazione e - soprattutto - l'esposizione ai raggi solari possono interferire in modo significativo con lo stato di benessere della nostra pelle. La cura quotidiana dell'epidermide dovrà consistere, in questo caso, nell'applicazione quotidiana di prodotti idratanti e rimpolpanti, arricchiti con collagene e acido ialuronico, e nell'adozione di abitudini più salutari. Tra queste si annovera senz'altro una corretta alimentazione: proteine, vitamina C, B ed E e in generale gli alimenti ricchi di antiossidanti possono stimolare la naturale sintesi del collagene.